I Programmi e i Docenti - Contenuto della pagina Stampa o Pdf Stampa o Pdf

  • I Corsi e i Moduli
  • Corpo docente
- I Corsi e i Moduli

 

Le esperienze degli anni precedenti hanno confermato la validità dei Corsi organizzati in “moduli” teorico-pratici, diversi e integrati fra loro, da tenersi la sola Domenica, orario 9.30/12.30 - pausa 45 ‘ - 13.15/15.45 - pausa 15′ - 16.00/19.00,  o nel fine settimana, cioè di Sabato e Domenica, stessi orari.

 

I “moduli” previsti per il “Corso Annuale di Riflessologia pranico-planta­re”, sono in numero di 6 e hanno una struttura che consente il passaggio al Corso Biennale o a quello Triennale. Essi sono suddivisi in:

 

  • Prima Parte Corso introduttivo alla RPP (di Domenica)di 8,5 ore di Lezioni teorico-pratiche;
  • Seconda Parte Corso introduttivo alla RPP (di Domenica)di 8,5 ore di Lezioni teorico-pratiche;
  • Corso Semestrale di RPP (tre fine settimana)di 51 ore di Lezioni teorico-pratiche;
  • Corso Annuale di RPP (sei fine settimana)di 102 ore di Lezioni teorico-pratiche;
  • Corso Biennale di RPP, di 204 ore i Lezioni teorico-pratiche;
  • Corso Triennale di RPP, di 306 ore i Lezioni teorico-pratiche.

 

I due Incontri introduttivi alla RPP, lo dice il titolo stesso, non hanno la pretesa di formare degli operatori in RPP, in quanto occorre frequentare almeno un Corso Semestrale o, meglio ancora, Annuale. Essi, infatti, costituiscono il primo gruppo di 17 ore di lezioni teorico-pratiche del Corso Semestrale e vorrebbero essere quel “dolce assaggio” che permette ai partecipanti sia di iniziare ad avere familiarità con le proprie radici – quella fantastica struttura ingegneristica che sono i nostri piedi – sia di assaporare un piacevole metodo per aiutare se stessi e i propri cari a mantenersi sani.
Il fine è quello di conoscersi e di diventare, in un certo senso, medici di se stessi. Primo passo da compiere per sentirsi padroni di sé e poter scegliere equilibratamente la propria strada, all’insegna degli irrinunciabili valori della salute e della libertà.
Al termine sia dei due Incontri introduttivi alla RPP sia di tutti gli altri Corsi sarà rilasciato un Attestato di Partecipazione.
Dopo il Corso Annuale, se si desidera approfondire ulteriormente le proprie conoscenze senza mai trascurare l’indispensabile aspetto pratico, è possibile proseguire con un Corso Biennale e anche con un Corso Triennale.

 

Programma dei Corsi di Riflessologia Pranico-Plantare (RPP)
- Ore di Teoria e di Pratica per ciascun Corso -

 

1° e 2° Incontro introduttivo alla RPPArgomenti trattati nelle 17 ore di Lezione

 

-  Origini, storia ed evoluzione della Riflessologia plantare.
-  A cosa serve il massaggio e a chi è rivolto.
-  Indicazioni e controindicazioni in Riflessologia.
-  Elementi di anatomia, fisiologia e patologia umana.
-  Studio e osservazione del piede e descrizione della mappa riflessologica.
-  La sequenza del trattamento riflessologico di base sul piede sinistro e destro.
-  L’idoneo atteggiamento psicologico del ricevente e del donatore.
-  Indicazioni sulle tecniche di base da utilizzare nei disturbi più comuni su se stessi e sugli altri.
-  Elementi di fisiologia energetica yogica e correlazioni con la Riflessologia plantare.
-  Indicazioni generali sul trattamento del piede.
-  Fondamenti della Riflessologia, etica e regole di base.
-  Studio del piede, struttura e alterazioni anatomico-funzionali.
-  Elementi di anatomia, fisiologia e patologia umana.
-  Correlazioni anatomiche e funzionali.
-  Studio della mappa dei punti di corrispondenza tra piede e corpo.
-  Indicazioni teorico-pratiche sulla corretta relazione bioenergetica dell’operatore e del ricevente.
-  Introduzione alle tecniche di base da utilizzare nei più comuni disturbi verso gli altri e nell’autotrattamento.
-  La realtà pranico-energetica della persona e il suo riflesso nel piede: prana, aura, chakra e nadi.
-  Osservazione e ascolto del macro e microcosmo (corpo e piede) e relativa lettura dello stato dei sintomi per risalire alle prime cause del malessere.
-  Studio e trattamento delle aree del piede collegate al sistema nervoso e all’apparato urogenitale.
-  Pratica assistita e autotrattamento.

 

Corso Semestrale di RPP - Argomenti trattati nelle successive 34 ore di Lezione teorico-pratiche che seguono i due Incontri introduttivi, a completamente delle 51 ore semestrali.

 

-  Elementi di anatomia, fisiologia e patologia umana.
-  Suddivisione in sistemi e apparati del corpo umano e relativo studio e correlazione riflessologica plantare.
-  Studio e osservazione del piede e descrizione della mappa riflessologica.
-  La sequenza del trattamento riflessologico di base sul piede sinistro e destro.
-  L’idoneo atteggiamento psicologico del ricevente e del donatore.
-  Indicazioni di tecniche specifiche per rilassare, calmare, tonificare, decongestionare e depurare l’organismo.
-  Tecniche del trattamento dei disturbi più comuni.
-  Aspetti psicologici del trattamento.
-  Elementi di fisiologia energetica e tecniche yogiche.
-  Studio dei vari apparati, dei sistemi e degli organi.
-  La rappresentazione dei chakra sui piedi e loro trattamento.
-  Preparazione psico-energetica dell’operatore e atteggiamento corretto del ricevente.
- Tecniche yogiche di supporto e di pronto soccorso.
-  Studio delle respirazioni naturale e yogica e relative indicazioni per ottimizzare l’effetto riflessologico e pranico del trattamento.
-  Spiegazione della sequenza del massaggio riflessologico sul piede.
-  Studio e trattamento di aree collegate all’apparato respiratorio, all’apparato cardiovascolare e al sistema linfatico.
-  L’idoneo atteggiamento psicologico del ricevente e del donatore.
-  Il prana e il corpo umano.
-  Il dolore: sensazione e significato.
-  Indicazioni e controindicazioni specifiche del trattamento riflessologico.
-  Studio e osservazione del piede e descrizione della mappa riflessologica.
-  La sequenza del trattamento riflessologico di base sul piede sinistro e destro.
-  Tecniche riflessologiche anti-stress e anti-age.
-  Trattamento degli stati acuti e prevenzione.
-  Pratica assistita e autotrattamento.

 

Corso Annuale di RPP - Argomenti trattati nelle 51 ore di Lezione teorico-pratiche che seguono il Corso Semestrale, a completamento delle 102 ore annuali.

 

-  Elementi di anatomia, fisiologia e patologia umana.
-  La fisiologia cinese dei 5 elementi e dei principali meridiani in relazione alla Riflessologia. Cenni.
-  Alcuni punti shiatzu da integrare con i trattamenti di Riflessologia.
-  La preparazione psico-enegetica dell’operatore e la sua purificazione con tecniche yogiche di respirazione.
-  Tecniche meditative del Samkhya, dello Yoga e del Buddismo antico per favorire la concentrazione a sostegno del trattamento.
-  Studio e trattamento delle aree del piede collegate all’apparato osteomuscolare e all’apparato digerente.
-  L’idoneo atteggiamento psicologico del ricevente e del donatore.
-  Studio e osservazione del piede e descrizione della mappa riflessologica.
-  La sequenza del trattamento riflessologico di base sul piede sinistro e destro.
-  Fisiologia pranica e studio dei 7 chakra principali: loro significati e funzioni.
-  Prana e filosofia indiana: correlazioni con la riflessologia plantare.
-  Rappresentazione dei chakra sui piedi e relativo trattamento.
-  Trattamento dei principali meridiani e considerazioni generali.
-  Fisiologia energetica e zone riflesse del piede.
-  Aspetti psico-energetici del donatore e del ricevente.
-  La fisiologia cinese dei 5 elementi e dei principali meridiani in relazione alla Riflessologia. Approfondimenti.
-  Punti shiatzu da integrare con i trattamenti di Riflessologia.
-  Studio e trattamento delle aree del piede collegate al sistema endocrino-immunitario e agli organi di senso dell’occhio e dell’orec­chio.
-  Etica e deontologia in Riflessologia pranico-plantare.
-  Osservazioni e indicazioni.
-  Pratica assistita e autotrattamento.

 

Corso Biennale o Triennale di RPP – I programmi previsti per le 102 ore/anno, successive alle 102 ore del Corso Annuale, saranno consegnati direttamente agli interessati.

   


 

- Corpo docente

 

Milena copiaLa docente:  Milena Gualandi inizia lo studio e la pratica dello Yoga classico nel 1978 presso lo Shotokan Club di Bologna, sotto la guida del maestro Giuseppe Tamanti, e consegue nel 2000 la Qualifica di Insegnante di Yoga classico, ufficialmente riconosciuta a livello nazionale dalla UISP. Ha ottenuto l’attestato di abilitazione alla professione di Biopranoterapeuta psichico con emissione bioenergetica di 1° grado, rilasciato dall’ANPSI di Milano, e di quello di Pranoterapeuta yogico, rilasciato dall’Associazione Shotokan Club di Bologna, e opera fattivamente nel settore, senza mai smettere di studiare e approfondire le sue materie, da oltre 20 anni. Profonda conoscitrice della Radiestesia applicata alla Pranoterapia e della Riflessologia plantare, avendo frequentato con profitto Scuole nazionali tra le più quotate nel settore, è docente nei Corsi di Pranoterapia yogica e di Riflessologia pranico-plantare tenuti presso lo Shotokan Club di Bologna.

 

Puccio a MoschienaL’altro docente:  Giuseppe Tamanti, maestro di Yoga classico, di Yoga tantrico, di Samkhya e di Meditazione. Per sapere di più su di lui clicca su Yoga classico, nel Menu principale.